Maria Casto è l’artista che espone nel mese di dicembre al Ristorante Molinetto. Originaria di Noto, vive e lavora a Ravenna. Il suo interesse per l’arte è sempre stato presente ma – spiega – “solo in età non più giovanissima e senza nessuna formazione artistica ho deciso di trasformare la passione in qualcosa di reale, scoprendo che l’arte è un mezzo per esprimere il mio sentire”.

Iniziano così i primi passi: Maria Casto segue un corso di fotografia, poi passa alla pittura, iscrivendosi alla scuola d’arte Ramenghi di Bagnacavallo. “Qui ho trovato un ambiente ideale e la guida di insegnanti disponibili e qualificati”. Nuove tecniche le consentono di spaziare in varie direzioni, tanto che da qualche anno pratica anche l’arte di modellare la creta.

“Mai avrei pensato che fotografare, disegnare, dipingere e modellare fossero così appaganti. Non mi chiedo se miei lavori possono piacere ma so soltanto che portarli a termine è gratificante e irrinunciabile”.

Iscritta a due associazioni, Artej di Russi e BiArt di Bagnacavallo. “Sono stata premiata ad un concorso a Forlì e partecipato a varie mostre personali e collettive”. Questi i luoghi e le occasioni in cui ha esposto: magazzino del sale di Cervia, vecchia pescheria di Cesena, palazzo San Giacomo e a varie edizioni della festa dei Sette dolori di Russi, antico convento di San Francesco e palazzo vecchio di Bagnacavallo.

Tramite la scuola Ramenghi “ho partecipato alla collettiva in Germania in occasione della festa per il gemellaggio Bagnacavallo-Neresehim. Ho esposto a Vernice Art Fair alla fiera di Forlì”. Con Artej e l’associazione artistica Sansepolcro “sono presente all’interno di una mostra itinerante che tocca diverse città”. Insieme ad altri artisti della Ramenghi “allestiamo vari negozi vuoti di Bagnacavallo con opere che vengono realizzate appositamente per l’iniziativa che è stata chiamata Vetrine Vestite ad Arte”.

Apri la chat
Ciao!! come possiamo aiutarti?
Vuoi fare una prenotazione?
Powered by